admin

Negli anni ’20 dello scorso secolo, la nascita dell’industria discografica vedeva affermarsi i primi gruppi vocali jazz (Mills Brothers, Boswell sisters) composti da fratelli o sorelle che cantavano in “close harmony”. Nell’armonizzazione in “close harmony” le note degli accordi sono disposte all’interno di un intervallo ristretto, non più di un’ottava. Questa tecnica di armonizzazione, unita al timbro simile delle voci e all’uso innovativo dello scat, dava alla vocalità dei gruppi una particolare omogeneità che ricordava quella di una sezione strumentale.

Boswell Sisters

The Boswell Sisters

Le sorelle Martha, Constance detta “Connee” e Helvetia “Vet” Boswell esordiscono come polistrumentiste negli spettacoli di vaudeville a New Orleans.
Passate rapidamente alla sperimentazione vocale, diventano popolari grazie alle raffinate armonizzazioni scritte da Connee.
Il trio incide svariate canzoni già durante gli anni ‘20, ma conosce la vera popolarità nel 1930 quando registra quattro canzoni per la Okeh Records. Più tardi firma un contratto con la Brunswick Records e tra il 1930 e il 1936 diviene il gruppo più “hot” del paese. Partecipa a numerosi film e prende parte regolarmente al programma radiofonico condotto da Bing Crosby. Vere pioniere del canto microfonico, registrano molti dischi con la Dorsey Brothers Orchestra.
Tra i loro più grandi successi “Heebie Jeebies,” “Old Yazoo,” “Shout, Sister, Shout,” “It’s the Girl,” “Lawd, You Made the Night Too Long,” “42nd Street,” “Crazy People,” e “The Object of My Affection.”
Le Boswell sisters, con il loro stile di canto vivacizzato con scat, imitazioni di strumenti, cambi di tempo e sperimentazioni ritmiche hanno avuto grandissima influenza su Ella Fitzgerald e sulle Andrews Sisters.